Furti di auto grazie all’hacking: il caso Jeep

  • Pubblicato: 09/06/2017
Furti di auto grazie all’hacking: il caso Jeep

È di questi giorni la notizia dei primi arresti per il furto di più di 150 Jeep Wrangler, avvenuti in 3 anni dal 2014 ad oggi, da parte di un gruppo di 9 biker nella sola California e per un valore stimato di 4,5 milioni di dollari.

Come ci sono riusciti?
Semplice: hackerandole.

Stando a quanto emerso dalle indagini della polizia, il gruppo ha agito seguendo uno schema ben preciso, studiato nei minimi dettagli. Il primo passo consisteva nell’individuare il numero di identificazione del veicolo, detto VIN, attraverso il quale erano in grado di accedere al database del costruttore e copiare la chiave.
Una volta fatto questo, i ladri erano in grado di accedere all’abitacolo, hackerare il computer di bordo della Jeep disattivandone gli allarmi e poterla portare via indisturbati. A questo punto, l’auto veniva portata in Messico dove veniva rivenduta intera oppure per parti.

 

MAGGIORI CONNESSIONI E MINORE SICUREZZA DAGLI ATTACCHI INFORMATICI

Sempre più frequentemente gli oggetti che utilizziamo quotidianamente – automobili, smartphone, televisioni – sono connessi alla rete e quindi possibili vittime di attacchi informatici.
Falle simili a quelle rilevate sulle Jeep Wrangler sono state riscontrate infatti anche sui sistemi keyless marchi quali Fiat, Volvo, Volkswagen, Honda; risulta quindi evidente che i pericoli ci sono e crescono ogni giorno: per questo bisogna proteggersi preventivamente.

Farlo non è impossibile: ci sono innumerevoli metodi e tecnologie che ci consentono di salvaguardarci da attacchi di hacking: nascondere il VIN della propria auto dalla vista, installare un antivirus sul proprio pc, impostare una password complessa sui propri device, premunirsi di un ottimo firewall per il sistema informatico della propria azienda.
Ogni dispositivo connesso alla rete internet offre numerosi strumenti o accorgimenti che possono essere adottati per non cadere nella rete degli attacchi informatici, basta solo partire dal non sottovalutare mai il pericolo.


Hai bisogno di incrementare la sicurezza informatica della tua azienda? Possiamo aiutarti!
Scopri di più sui nostri servizi di sicurezza informatica e sui nostri firewall Watchguard.


  • hp
  • intel
  • dell
  • fujitsu
  • gigaset
  • synology
  • veeam
  • vmware
  • zyxel
-->